EvidenzaSpettacoli

Al via la XXI Rassegna Internazionale Organistica

Nel segno delle musiche di Bach riparte dalla basilica del Sacro Cuore la kermesse musicale. Con Johannes Skudlik e il Coro dell’Associazione Rossini

Johannes Skudlik

Sassari. Un pubblico delle grandi occasioni ha seguito giovedì scorso nella basilica del Sacro Cuore a Sassari il primo concerto della XXI Rassegna Internazionale Organistica, kermesse dedicata all’organo che anche quest’anno propone tappe in diverse località dell’Isola, da Sassari ad Alghero, da Lanusei ad Ozieri, ma anche in Gallura e nel Cagliaritano. Tra le novità del 2021 la collaborazione con il Conservatorio di Musica Luigi Canepa di Sassari, grazie alla disponibilità del presidente Ivano Iai e del direttore Mariano Meloni. La Rassegna Organistica, sotto il coordinamento artistico del maestro Ugo Spanu, è inserita nel cartellone del Festival del Mediterraneo, con la direzione artistica del maestro Antonio Mura. Entrambe le manifestazioni sono curate e promosse dall’associazione culturale Arte in Musica, con il patrocinio della Regione Sardegna – Assessorato alla Pubblica Istruzione Beni Culturali Spettacolo e Sport, della Presidenza del Consiglio regionale e della Fondazione di Sardegna.

Il Coro dell’Associazione Musicale Gioacchino Rossini diretto da Clara Antoniciello

Protagonisti del concerto che ha aperto il calendario della Rassegna Internazionale sono stati il grande organista tedesco Johannes Skudlik, organista titolare della cattedrale Maria Himmelfahrt di Landsberg/Lech (Baviera), già ospite della Rassegna nelle passate edizioni e nome di prestigio internazionale, e il Coro dell’Associazione Musicale Gioacchino Rossini di Sassari, diretto da Clara Antoniciello.

Skudlik all’organo del Sacro Cuore ha eseguito alcune celebri composizioni di Johann Sebastian Bach: la Suite Francese in sol maggiore BWV 816, il Concerto in re minore BWV 974, trascrizione del Concerto per oboe di Alessandro Marcello (noto anche perché il secondo movimento nel 1970 fu inserito nella colonna sonora del film “Anonimo Veneziano”), e la Toccata, Adagio e Fuga in do maggiore BWV 564.

Il Coro dell’Associazione Musicale Rossini ha proposto un altro brano di Bach, il Corale n. 54 O Haupt voll Blut und Wunden dalla Passione secondo Matteo, nonché Locus iste di Anton Bruckner, Herr nun lässest du deinen Diener in Frieden fahren op. 69 n. 1 di Felix Mendelssohn Bartholdy, Abendlied op. 69 n. 3 e Notre Père di Joseph Rheinberger e Rosario di Meana di Antonio Sanna.

Gran pienone in chiesa, si diceva, sebbene nell’osservanza rigorosa delle prescrizioni sanitarie anti covid.

«La Rassegna si svolgerà in tutta la Sardegna. Il tema conduttore della XXI edizione sarà la musica francese – spiega il coordinatore artistico Ugo Spanu –. Quest’anno ricorre l’anniversario di Marcel Duprè (scomparso 50 anni fa, ndr), organista e compositore della scuola d’Oltralpe il cui capostipite è stato Cesar Frank e che comprende anche Vidor e Vierne. Nei diversi concerti verranno inoltre coinvolti associazioni e cori. Iniziamo con il Coro Rossini, una formazione di punta della nostra Regione. Ma avremo anche il Coro Polifonico Algherese e altre compagini che arricchiranno la kermesse».

Dopo una pausa, la Rassegna Internazionale Organistica riprenderà il 18 giugno ad Alghero.

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: