CronacaEvidenza

Al Liceo Azuni una targa per ricordare Enrico Berlinguer

All’inaugurazione presenti i figli dell’illustre ex allievo. Cento anni fa nasceva a Sassari il leader del Partito Comunista Italiano

Sassari. Cento anni fa nasceva a Sassari Enrico Berlinguer. Ieri, mercoledì 25 maggio, anche il Liceo Azuni, la scuola che l’illustre allievo frequentò fino al diploma nel 1940, ha voluto omaggiare la memoria del segretario del Pci, uno dei grandi protogonisti della polita italia della seconda metà del 1900. All’ingresso dell’Aula magna, al primo piano, è stata collocata una targa che riporta una delle frasi pronunciate del Berlinguer, sintesi del suo pensiero: «Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non uno per uno». Alla cerimonia sono intervenuti i figli di Enrico Berlinguer, insieme alla prefetta Paola Dessì e a docenti e alunni. Il dirigente scolastico Antonio Deroma ha ricordato Berlinguer studente “azuniano” che si diplomò nonostante la sospensione degli esami di maturità dopo l’entrata in guerra dell’Italia, con buoni voti finali soprattutto in storia e filosofia, le sue discipline preferite. Dopo la presentazione dell’iniziativa da parte di Sante Maurizi a nome del “Comitato Berlinguer 100”, due studenti del Liceo hanno letto alcuni brani del libro di Peppino Fiori sulla vita del segretario del Pci. L’evento è stato coordinato dal docente e giornalista Gian Piero Farena.

«La scuola forma la persona e il Liceo Azuni è stato fondamentale nella formazione di papà – ha detto la figlia Bianca –. Ci commuove il fatto che a distanza di 40 anni gli italiani lo ricordano con affetto, con commozione, con rimpianto, riconoscono che è stato una persona che ha dedicato tutta la sua vita al raggiungimento degli ideali della sua gioventù, di avere lavorato per il bene mettendo l’Italia al primo posto».

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: