EventiEvidenza

Al festival Dall’altra parte del mare arriva Liz Moore

“Il mondo invisibile” è il nuovo romanzo della scrittrice e musicista americana. Gli albori dell’informatica e la complessità dei rapporti famigliari

Liz Moore

Alghero. Sabato 18 settembre alle 20.15 nel cortile della parrocchia di N.S. della Mercede ad Alghero, prende il via la parte internazionale del festival Dall’altra parte del mare.

Ospite della manifestazione algherese sarà la scrittrice e musicista americana Liz Moore, una delle voci più originali e interessanti della letteratura statunitense contemporanea. Dopo il successo de “Il Peso” (Neri Pozza) e “I cieli di Philadelphia” (NNE) arriva sui banconi delle librerie italiane con il nuovo romanzo “Il mondo invisibile”, sempre pubblicato da NNE: Un viaggio negli albori dell’informatica in cui si mescolano storie di complessi rapporti familiari, misteri del passato e una sapiente tecnica narrativa.

Ada Sibelius ha dodici anni, non ha mai conosciuto sua madre e vive con il padre David, un genio dell’informatica che dirige un importante laboratorio nella Boston degli anni Ottanta, dove si lavora su ELIXIR, un programma per replicare il linguaggio umano. Per Ada David è tutto, la sua infanzia trascorre tra la casa e il laboratorio del padre, e la sua fantasia è affascinata dall’esattezza di formule e codici. Ma quando la mente di David inizia a vacillare, Ada viene affidata a una collega, Liston, che la cresce insieme ai suoi tre figli. Ada scopre così la vita normale da cui è stata protetta fino a quel momento, e cerca di adattarsi senza tradire quel padre eccentrico e sfuggente, sulla cui identità inizia a emergere più di un dubbio. Anni dopo, ormai adulta e professionista insoddisfatta nella Silicon Valley, Ada riprende la ricerca della verità su di sé e sulla propria famiglia, una verità nascosta in un codice enigmatico che David le ha affidato.

Dopo “I cieli di Philadelphia”, Liz Moore torna con un libro profondo e appassionante che si legge d’un fiato. E ci parla dell’infinito potere dell’amore, capace di infondere una misteriosa tenerezza persino al rapporto tra uomo e tecnologia, e di travalicare i limiti e le inesattezze della vita.

Liz Moore è una scrittrice e musicista americana, e insegna Scrittura creativa alla Temple University di Philadelphia. Il suo romanzo Il peso (Neri Pozza 2012) è stato selezionato per l’International IMPAC Dublin Literary Award. Dopo aver vinto il Rome Prize nel 2014, l’autrice ha trascorso un anno all’American Academy di Roma, dove ha completato la stesura di The Unseen World, di prossima pubblicazione per NNE.

Tags

Articoli collegati

Vedi anche
Close
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: