EvidenzaSpettacoli

Ad Alghero il Canto della Sibilla

È il progetto culturale “Lo Senyal del Judici – Lo Cant de la Sibil•la a l’Alguer”, inserito nel calendario degli eventi “Més que un mes”. Appuntamenti il 14 e 15 dicembre

CantoSibillaAlghero. L’associazione teatrale AnalfabElfica e l’associazione culturale Arte in Musica organizzano e promuovono “Lo Senyal del Judici – Lo Cant de la Sibil•la a l’Alguer”, un progetto teatrale e culturale, ideato dall’Associazione no profit AnalfabElfica, incentrato su un canto paraliturgico monodico, chiamato El Senyal del Judici o Cant de la Sibil•la, eseguito ad Alghero, dal XIV secolo, nella Missa del Gall, la notte di Natale. Il canto, diffuso in origine nel Mediterraneo, preannuncia il ritorno di Cristo alla fine dei tempi.

Dato che viene eseguito ininterrottamente dal Medioevo, solo ad Alghero e a Maiorca, per la continuità di esecuzione nelle due città, è stato proclamato dall’Unesco, il 16 novembre del 2010, patrimonio Immateriale dell’umanità.

L’intento del progetto è quello di divulgare lo studio delle radici catalane e della tradizione culturale di Alghero, rivolgendo, al contempo, un’attenzione particolare ai giovani e ai bambini in quanto eredi e futuri custodi di un patrimonio di grande valore storico-artistico.

Il progetto, alla sesta edizione, prevede due appuntamenti in programma ad Alghero: il 14 dicembre, alle 18, nella sala conferenze Lo Quarter, si terrà la conferenza “La Sibilla a Salisburgo”, a cura dell’associazione teatrale AnalfabElfica. Il 15 dicembre, alle 20.45, nella cattedrale di Santa Maria, sarà interpretata la performance teatrale “Senyal del Judici – Sacrum Facio”, regia di Enrico Fauro, luci di Tony Grandi, musicisti: Roberta Botta, Jasmin Ghera e Alessia Pischedda.

L’iniziativa prevede anche il coinvolgimento dell’associazione Arte in Musica, con i musicisti Roberta Botta Jasmin Ghera e Alessia Pischedda, per l’esecuzione dal vivo della rielaborazione musicale del Canto della Sibilla, curata dal maestro Stefano Garau.

L’Obra Cultural de l’Alguer e l’Escola de Alguerés “Pasqual Scanu” forniranno, invece, il supporto storico-linguistico grazie anche alla preziosa collaborazione dello studioso don Antonio Nughes.

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: