EvidenzaSassari

Abbanoa: a Sassari valori dell’acqua nella norma

Le ultime analisi dicono che in via Bachelet, via Tola e via Marongiu parametri rispettati. Periodi di non potabilità drasticamente ridotti rispetto agli anni passati

AcquaAutobotte1Sassari. Abbanoa aveva già comunicato lunedì mattina al Comune e all’Ats l’assenza di coliformi nel punto di campionamento di via Bachelet. L’esito delle analisi ha riguardato un prelievo effettuato venerdì sera dai tecnici del laboratorio aziendale. La presenza di coliformi, riscontrata dalla Ats lo scorso 22 agosto, era apparsa anomala e circoscritta a un unico punto di campionamento. Per questo motivo sono stati effettuati ulteriori accertamenti che hanno dimostrato l’assenza di fuori norma biologici. È quanto spiega in una nota, inviata mercoledì pomeriggio, la società idrica isolana.

Le analisi. Anche gli ultimi campionamenti effettuati sempre sabato in via Tola e in via Marongiu hanno riscontrato il rispetto dei parametri relativi ai nitriti che sono un prodotto del processo di disinfezione dell’acqua, in questo periodo particolarmente spinto per effetto della pessima qualità della risorsa idrica prelevata in particolare dal fondo dell’invaso del Bidighinzu. «Sono pertanto incomprensibili – commenta l’amministratore unico di Abbanoa, Alessandro Ramazzotti – dichiarazioni allarmistiche di questi giorni in particolare da parte di chi ricopre ruoli istituzionali che dovrebbero essere esercitati con maggiore equilibrio e spirito di collaborazione in soprattutto su temi delicatissimi come quello della gestione del servizio idrico».

Non potabilità ridotte. Negli ultimi anni le criticità della rete idrica di Sassari sono in costante diminuzione. Nel 2016 si è registrata una riduzione di circa il 25 per cento sui giorni di non potabilità del 2015 con una diminuzione anche in termini di zone interessate. Quest’anno l’incidenza è ancora minore, con un calo del 50 per cento rispetto al 2016, e riguarda aree sempre più circoscritte e a bassa densità abitativa.

I risultati. Sono i dati a dimostrare l’impegno di Abbanoa nel gestire le continue criticità delle vecchie e corrose reti idriche comunali che hanno tassi di dispersione di oltre 50 per cento. Sono stati fatti importanti investimenti, tutti noti all’Ente di Governo d’Ambito, a partire dai due potabilizzatori di Truncu Reale e Bidighinzu (complessivamente cinque milioni di euro) che alimentano la città: lavori importanti che hanno garantito la regolare ed efficiente attività di potabilizzazione. Nessun fuori norma ha riguardato l’acqua in uscita da questi impianti: le cause di non potabilità, infatti, si riferiscono esclusivamente alle condizioni ammalorate delle reti.

La siccità. A questo si aggiungono le conseguenze della drammatica siccità. L’acqua prelevata dal fondo degli invasi è di pessima qualità e le restrizioni in atto continuano a generare sbalzi di pressione che smuovono sedimenti. È costante l’impegno delle squadre di Abbanoa nell’effettuare operazioni di spurgo e pulizia dei tratti interessati con l’obiettivo di garantire la qualità dell’acqua distribuita in città.

Tags

Articoli collegati

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: