CulturaEvidenza

A Igort il premio “Isole del Cinema”

Conclusa la XV edizione del festival “Pensieri e Parole: libri e film all’Asinara” organizzato da Cinearena

Stintino. Si è conclusa a Stintino in largo Cala d’oliva con la consegna del premio “Isole del cinema” al fumettista, regista e sceneggiatore cagliaritano Igort (Igor Tuveri) la XV edizione del festival Pensieri e Parole: libri e film all’Asinara. Il riconoscimento per la migliore sceneggiatura è stato assegnato ad Igort per il film “5 è il numero perfetto” già vincitore di un “Nastro D’argento” e un “David di Donatello” e basato sul suo omonimo romanzo a fumetti del 2002.

Nonostante le problematiche organizzative legate alle misure di sicurezza AntiCovid “Pensieri e Parole” organizzato da Cinearena per la direzione artistica di Sante Maurizi in collaborazione con Libreria Koinè e Cineclub Camera Chiara è riuscito comunque ad essere presente nel territorio con sette serate dedicate alla letteratura e al cinema condite come tradizione con tanta musica dal vivo. L’iniziativa è stata realizzata grazie al sostegno del Ministero, della Regione, del parco dell’Asinara e delle amministrazioni comunali di Porto Torres e di Stintino.

Gli applausi del pubblico hanno accompagnato l’incontro serale in cui Igort ha dialogato con Sante Maurizi sulla genesi del progetto e le fasi di lavorazione del film «La graphic novel – ha spiegato Igort – ha un linguaggio a se, molto diverso da quello del cinema riscrivere la sceneggiatura partendo da un fumetto è stato un lavoro complesso reso possibile anche grazie all’impegno di tutto il cast primo fra tutti Tony Servillo che ha amato molto il suo personaggio e ha voluto incarnasse  esattamente quello del fumetto. Insieme abbiamo trasferito nel film una nostra visione comune della storia anche nell’ambientazione ricostruendo una Napoli inconsueta, notturna, piovosa, metafisica».

Nel corso della serata conclusiva è stato presentato inoltre il volume “La processione dei fantasmi. La prima indagine del maresciallo Tanchis” del giornalista e autore maddalenino Gianluca Lioni.

«Abbiamo dovuto rinunciare all’Asinara in questa edizione – dice Sante Maurizi – troppo complicato gestire gli allestimenti e gli spostamenti da e verso l’Isola con le misure di sicurezza sanitaria Anticovid. Credo che sia stato importante però non rinunciare ed essere presenti con la nostra offerta culturale anche e soprattutto in questo anno così anomalo. Troppo facile fermarsi è necessario in questo momento trovare invece soluzioni, ripensare per il pubblico spazi e dimensioni alternativi».

Il film è stato proiettato al termine della serata subito dopo un’esibizione della Banda musicale di Villanova Monteleone diretta dal maestro Tore Moraccini dedicata a Federico Fellini e Nino Rota.

Tags
Back to top button
Close
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: