Trasporti sanitari, l’Aou di Sassari paga le associazioni

Ed è stata chiusa nei giorni scorsi la manifestazione di interesse per l’individuazione degli operatori interessati al servizio. In dieci pronti a presentare la propria offerta

AmbulanzaAouSassari. L’Aou di Sassari ha liquidato alle associazioni di volontariato che si occupano di trasporto sanitario tutte le fatture da settembre 2016 a maggio 2017. La direzione strategica dell’azienda di viale San Pietro mantiene così gli impegni assunti a fine giugno, con la delibera che riconosceva alle associazioni il servizio svolto sino a maggio. Si è chiusa nei giorni scorsi, intanto, la manifestazione di interesse per individuare gli operatori che svolgeranno il servizio per un anno.

Il 23 giugno scorso, il direttore sanitario Nicolò Orrù aveva incontrato alcuni operatori dei servizi di trasporto sanitario negli uffici della Regione in via Roma, a Sassari. In quella occasione, alla presenza del presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau, veniva fatto presente che si stabiliva in 101mila euro la somma che l’Aou avrebbe dovuto erogare alle associazioni per il 2016, si stimava in 901.950 euro la spesa del servizio per il 2017 di cui 450mila per il periodo da gennaio a maggio.

Nei giorni scorsi gli uffici amministrativi del presidio ospedaliero hanno completato la liquidazione delle fatture, mettendo così la parola fine alla vicenda che aveva visto gli operatori preoccupati per il proseguo della loro attività.

«Abbiamo mantenuto gli impegni – afferma il direttore generale Antonio D’Urso – abbiamo riconosciuto quanto dovuto alle associazioni per l’importante servizio che rendono all’Azienda ma, ancora prima, ai tanti pazienti che ogni giorno si affidano all’assistenza e alle cure dei nostri professionisti».

Il 10 luglio, intanto, si è chiusa l’indagine di mercato per individuare operatori del servizio trasporti sanitari che parteciperanno alla gara per l’affidamento del servizio.

Una decina gli operatori che anno risposto all’avviso. In settimana saranno approvati gli atti di gara quindi ai partecipanti saranno inviate le lettere con la richiesta di presentazione delle offerte. Alla gara possono partecipare operatori in forma singola o associata e l’importo massimo per l’affidamento, che avrà la durata di un anno, è di 743 mila euro.