EvidenzaSardegna

Riparte “Freemmos”

Giovedì 12 aprile ad Alghero al via la seconda edizione. Il progetto della Fondazione Maria Carta ha l’obiettivo di sensibilizzare sul fenomeno dello spopolamento

FreemmosLogoSassari. “Freemmos”, il progetto ideato dalla Fondazione Maria Carta con l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini e le istituzioni sul fenomeno dello spopolamento che investe interi piccoli centri della Sardegna, approda giovedì 12 aprile ad Alghero.

È significativo che la prima tappa del 2018 parta da una scuola, precisamente la scuola media “Maria Carta” di via Malta, istituto comprensivo n. 2 di Alghero. Qui i giovani studenti parleranno di spopolamento confrontandosi con amministratori, docenti, imprenditori e artisti.

Il programma della giornata prevede l’apertura alle 9,30 affidata al coro giovanile “Maria Carta” di Alghero. A seguire, i saluti della dirigente scolastica Angela Cherveddu, di Mario Bruno, sindaco di Alghero e dei sindaci dei comuni che hanno ospitato le tappe di “Freemmos” lo scorso anno. Antonello Masala, sindaco di Monteleone Rocca Doria, Lino Zedda sindaco di Baradili, Nicola Sanna e Daniela Falconi, primi cittadini di Sassari e Fonni. Leonardo Marras porterà invece il saluto della Fondazione Maria Carta.

Alle 10 è previsto l’inizio della discussione. Gli studenti e quattro giovani laureati (Federico Riu, Alessandra Moro, Fabio Nieddu, Clara Alvau Morales) parleranno di spopolamento con Antonietta Mazzette, docente di sociologia urbana all’Università di Sassari e con il giornalista e scrittore Giacomo Mameli.

Ornella Porcu, sociologa, esperta di marketing territoriale, raccoglierà le testimonianze di alcuni esponenti del mondo del lavoro e dell’impresa: Pierluigi Pinna (Abinsula), Maria Grazia Murroccu (Azienda agrituristica “Sa Mandra”), Mario Paffi (direttore museo delle Maschere di Mamoiada) e Salvatore Maltana (progetto Jazz Alguer).

La mattinata si concluderà con l’esibizione dei giovani mamuthones e issohadores della pro loco di Mamoiada.

Nel pomeriggio, a partire dalle 15, spazio agli interventi musicali con la partecipazione di Bertas, Claudio Gabriel Sanna, Fantafolk (Andrea Pisu e Vanni Masala), Franca Masu, Gravity Sixty, Gruppo di ballo “Santa Maria de Bubalis” (Siligo), Maria Giovanna Cherchi, Piero Marras, Tazenda, Train to Roots e  Tressardi. La conduzione è affidata a Giacomo Serreli.

Ad Alghero verrà presentato il video ufficiale della canzone “Freemmos”, con testo di Michele Pio Ledda e Mariano Melis, che ha curato anche le musiche e al quale va il merito di aver coinvolto docenti, alunni e artisti nella prima tappa del progetto.

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Vedi anche

Close
Close