EvidenzaSassari

Raddoppiata l’area Abaf a Platamona

Concluso il servizio per i disabili gestito dalla cooperativa Vosma. Quest’estate sono stati registrati 1500 ingressi, con una media di 16 bagnanti al giorno

Abaf1Sassari. Circa 1500 ingressi in tutta l’estate, con una media di 16 bagnanti al giorno. Sono i dati della stagione 2018 nell’area balneare ad accesso facilitato (Abaf) del Comune di Sassari, al Lido di Platamona, la cui superficie è stata raddoppiata rispetto agli anni precedenti. Il servizio, gestito dalla cooperativa Vosma per conto di Ambiente Italia, è stato garantito dal 15 giugno al 12 settembre tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 19.30 alle persone con disabilità e difficoltà motorie, che hanno usufruito dell’area attrezzata e delle dotazioni a disposizione per la balneazione assistita, ovvero due distinte tipologie di speciali sedie spiaggia/mare, la sedia “Tiralò” dedicata alla balneazione e adatta anche per soggetti affetti da paralisi totale e la sedia “Sole e mare” per percorsi e permanenza sulla sabbia.

Sabato mattina il sindaco di Sassari Nicola Sanna, il vicesindaco e assessore alle Politiche agro-ambientali Fabio Pinna, Corrado Ughi, presidente di Vosma, società cooperativa che gestisce il servizio per conto di Ambiente Italia, e Gigliola Serra presidente di Uildm Sassari, sezione locale dell’Unione Italiana di Lotta alla Distrofia Muscolare, hanno incontrato la stampa. Erano, inoltre, presenti alcuni dei bagnanti che hanno usufruito del servizio.

Abaf3A frequentare l’area sono stati non solo i bagnanti del territorio, che risultano comunque in prevalenza, ma anche turisti, come spiegato da Corrado Ughi, presidente di Vosma, che ha sottolineato anche la dotazione per la spiaggia della Rotonda, di ampie passerelle di legno, funzionali al transito di carrozzine, passeggini e pedoni e raccordate con le aree di arrivo e parcheggio per disabili. Alla passerella principale sono state unite altre due passerelle estese fino alla linea di battigia. A queste si aggiungono le piazzole di soggiorno dotate di ombrelloni, sedia di cortesia e piccola balaustra di sostegno.

«Quest’anno abbiamo ritenuto necessario estendere la zona, che risulta raddoppiata rispetto agli anni precedenti – ha dichiarato l’assessore alle Politiche agro-ambientali Fabio Pinna –. In ragione dell’ampliamento, la cui necessità è stata palesata da Uildm, l’associazione investirà nell’acquisto di ulteriori ausili per i bagnanti che saranno disponibili a partire dalla prossima stagione».

Abaf2Si conferma, dunque, la comunione d’intenti tra Comune e Uildm Sassari, sezione locale dell’Unione Italiana di Lotta alla Distrofia Muscolare, che ha la gestione della Casa vacanze per persone con disabilità al Lido di Platamona.

«Abaf è un servizio che l’amministrazione locale garantisce da anni – ha detto il sindaco di Sassari Nicola Sanna – e che rappresenta un importante esempio di ausilio all’utenza locale e turistica, nella piena realizzazione delle pari opportunità. Garantire una corretta fruizione dello spazio libero della spiaggia e l’accesso al mare delle persone con disabilità e dei loro famigliari è un atto di civiltà. Trovo anche significativo il fatto che Abaf trovi spazio nel nostro Lido, un’area che l’amministrazione comunale punta a rilanciare».

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Close