EvidenzaSassari

Ponti e viadotti, l’Arst risponde al sindaco Sanna

I controlli su tutte le infrattutture ferroviarie avvengono con cadenza semestrale, mentre per i ponti “a travata metallica” si aggiungono le prove di carico ogni sei anni

Sassari. Aveva chiesto il 17 agosto ad Anas, Trenitalia e Arst che fosse trasmessa una dettagliata relazione sullo stato dei ponti e viadotti del territorio della Rete Metropolitana del Nord Sardegna. Martedì 11 settembre il sindaco Nicola Sanna, presidente della Rete, ha ricevuto la risposta di Arst, comprensiva dei dati relativi agli interventi di manutenzione eseguiti e agli stati di pericolosità.

Secondo le circolari ministeriali, i controlli su tutte le infrattutture ferroviarie avvengono con cadenza semestrale, mentre ai ponti “a travata metallica” è riservata particolare attenzione, con prove di carico e dettagliate analisi strumentali che si svolgono ogni sei anni e vanno ad aggiungersi ai controlli semestrali. «Per ciò che riguarda le travate metalliche ricadenti nel territorio della Rete Metropolitana del Nord Sardegna – si legge nella relazione dell’Arst – si fa riferimento a quattro travate. Tre sulla linea Sassari-Alghero e una sulla linea Sassari-Tempio-Palau».

I ponti sulla Sassari-Alghero sono stati oggetto, nello scorso febbraio, di interventi per eliminare alcune non conformità, interventi che hanno consentito di mantenere in esercizio la linea. È inoltre «in fase di completamento – comunica l’Arst – un progetto di manutenzione ordinaria. Il bando di gara sarà pubblicato entro il mese di novembre».

Il ponte sulla linea Sassari-Tempio-Palau necessita invece di interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per consentire la continuazione dell’esercizio, attualmente sospeso. Solo successivamente al risanamento e agli interventi di manutenzione straordinaria l’esercizio potrà essere riaperto.

In attesa delle relazioni di Anas e Trenitalia, che permetteranno di avere il quadro completo della situazione nel territorio, il sindaco Sanna tiene a sottolineare che «l’Amministrazione comunale monitora costantemente la stabilità del ponte Rosello, dopo i lavori di consolidamento alla fine degli anni ’90. Nel 2018 ha disposto ed eseguito la verifica generale di ponti e viadotti, il collaudo statico del viadotto del Rosello, del ponte di via Baiona La Crucca e il cavalcaferrovia di corso Trinità. Gli ultimi controlli sul ponte Rosello sono avvenuti lo scorso giugno».

Un finanziamento alla Regione Sardegna di un milione e 600 mila euro, inoltre, è stato richiesto per gli interventi di messa in sicurezza della circolazione stradale, il monitoraggio e la manutenzione straordinaria su ponti e viadotti nelle strade comunali. Il Settore Infrastrutture della mobilità del Comune ha disponibile lo Studio di fattibilità tecnica economica.

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Close