Politiche, gli eletti in Sardegna e a Sassari

Su 25 parlamentari 16 sono del M5S. Nell’Isola i 5stelle conquistano tutti i nove collegi uninominali di Camera e Senato

MontecitorioSassari. In Sardegna il M5S conquista tutti i nove collegi uninominali di Camera e Senato. Un risultato previsto e non inatteso e che certifica i numeri del proporzionale, 42 per cento (voto di lista) al Senato e 42,3 alla Camera. In totale, su 25 parlamentari sardi 16 sono del M5S, tre di FI, tre del Pd, uno di Lega-PSd’Az e uno di Fdi.

Nei collegi uninominali del sassarese risultano eletti al Senato (nord Sardegna) Vittoria Bogo Deledda (M5S) con il 41,3, che supera Antonio Moro del centrodestra che raggiunge il 31,8. Il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau, per il centrosinistra, si è invece fermato al 19 per cento. Alla Camera nel collegio uninominale (Sassari-Alghero-Porto Torres) vince Mario Perantoni (M5S), con il 44,3 per cento, seconda Maria Grazia Salaris per il centrodestra con il 27,7, terzo il senatore uscente Silvio Lai, con il 19,7 per cento. In Gallura l’unica sfida dell’isola rimasta aperta sino alla fine: il candidato pentastellato Nardo Marino supera Giuseppe Fasolino per il centrodestra per poco più di un punto percentuale, 38,7 a 37,2.

E veniamo al proporzionale. Nel collegio del centronord vanno alla Camera i consiglieri regionali Gavino Manca (Pd), Pietro Pittalis (Forza Italia) e Alberto Manca (M5S), i primi per i quali è risultata sicura l’elezione; a loro si aggiungono, dopo i calcoli a livello nazionale e la ripartizione regionale, Paola Deiana (M5).

Tra gli eletti nel collegio plurinominale del Senato gli uscenti Giuseppe Luigi Cucca, segretario regionale del Pd ed Emilio Floris (Forza Italia), il sassarese Ettore Licheri, capolista per il M5S, Elvira Lucia Evangelista (M5S) e il segretario sardista Christian Solinas per la Lega-PSd’Az.