Nicola Sanna: «Sono pronto a ricandidarmi»

Il sindaco di Sassari lo dichiara a Canale 12. Analisi del voto di domenica scorsa con l’affermazione travolgente del M5S e la sconfitta del Pd. Stasera la replica dell’intervista

SannaintervistaSassari. Il sindaco di Sassari Nicola Sanna ha partecipato ieri sera (mercoledì) allo speciale Tg12 – L’analisi del voto, condotto da Adriano Porqueddu, in onda su Canale 12, per una lunga intervista esclusiva, la prima dopo il risultato elettorale delle Politiche.

Dall’analisi del voto di domenica 4 marzo, ai mea culpa del Partito Democratico. Ma buona parte dell’intervista è stata dedicata ai temi cittadini: lavori pubblici, legge 20, quote sociali all’Istituto GeNa, centri di accoglienza immigrati e situazione Pime, periferie cittadine, sicurezza nel centro storico, bilancio del percorso di questi quattro anni di amministrazione Sanna (le 2 crisi di governo e il rapporto con il Pd), fino alla possibile ri-candidatura per le comunali 2019: «Sono pronto a ricandidarmi alle comunali 2019, voglio che siano i cittadini a giudicare con il voto l’operato di questo mio mandato».

Un’intervista serrata, senza esclusione di colpi, nel corso della quale il primo cittadino ha risposto a tutte le domande. Sulla legge 20 e sulle quote sociali all’Istituto Ge.Na, incalzato da Adriano Porqueddu, ha dichiarato: «Se sarà necessario, sono pronto a spogliarmi davanti al Palazzo della Regione per ottenere i finanziamenti».

Sulle periferie urbane ha ricordato gli ingenti finanziamenti stanziati dal Governo che «vedranno importanti lavori di riqualificazione nei prossimi mesi».

L’intervista è proseguita sui temi legati all’immigrazione e soprattutto sul centro di accoglienza Pime: «La scelta di collocare il centro di accoglienza nel quartiere Santa Maria di Pisa non è stata del Comune, non è di mia competenza»; e sugli scontri, nei mesi scorsi, proprio attorno a quel centro di accoglienza: «abbiamo scoperto che forse ci sono sia dall’interno che dall’esterno persone che aizzano i malumori e gli scontri, infatti mai prima di quei fatti si sono verificati a Sassari episodi di intolleranza tra cittadini sassaresi e immigrati».

Nicola Sanna ha replicato al M5S che ne ha chiesto le dimissioni in virtù del risultato elettorale che ha visto la debacle del Pd in città: «Non mi dimetto, il voto di domenica è un voto politico e non un giudizio alla mia amministrazione. Se dovessimo seguire il ragionamento dei 5Stelle anche Virginia Raggi dovrebbe dimettersi perché alle regionali del Lazio ha vinto Zingaretti del Pd».

Questa sera (giovedì) la replica dello speciale Tg12 – L’analisi del voto con l’intervista al sindaco di Sassari andrà in onda dopo il tg delle 19.45.