Ittiri Folk Festa, il saluto agli ospiti

E per domenica è in programma la giornata più intensa con la Messa dei Popoli, la Grande Sfilata e i balli

SalaconsiliareIttiriospitiIttiri. È ormai al culmine la grande festa, l’incontro gioioso dei popoli nel segno delle tradizioni e delle culture rappresentato dalla manifestazione internazionale organizzata dall’associazione Ittiri Cannedu. Questa mattina l’aula del Consiglio Comunale di Ittiri ha ospitato le delegazioni di Moldavia, Turchia, Cile e il gruppo laziale “I Trillanti” di Alatri per il saluto ufficiale. «La città di Ittiri è lieta di avere i vostri gruppi, abbiamo ammirato già la vostra performance ad Alghero – ha commentato il sindaco Antonio Sau – e sappiamo che impreziosirete questa edizione numero 32, organizzata grazie all’impegno dell’associazione Ittiri Cannedu. In questo momento che il fenomeno migratorio incute in molti timori, il nostro festival fa da contraltare, sostenendo che la diversità culturale arricchisce».

GruppoMoldaviaPresenti anche l’assessore alla cultura Baingio Cuccu e il presidente del Premio Zenias Leonardo Marras che ha ricordato il vincitore di quest’anno, il tenore Francesco Demuro. Significative le parole di Luigi Lotto, consigliere regionale e presidente della Commissione Attività produttive, che si occupa anche di turismo, dell’Assemblea Legislativa sarda: «Per puro caso questa manifestazione si tiene a due giorni dalla discussione sulla legge per il turismo che vuole dare il massimo spazio possibile a tutto ciò che può animare il nostro turismo, finora troppo basato sul mare. Vogliamo valorizzare quello che c’è di bello e importante nel nostro territorio, la nostra cultura e la nostra identità. Il turismo deve essere alimentato dal piacere degli altri popoli di venire nell’isola anche per stringere amicizia e Ittiri Folk Festa è davvero il migliore esempio in questa direzione».

Lo scambio di doni ha coinvolto anche i vigili urbani, i Carabinieri e la compagnia barracellare.

AlgheroAnteprimaDomenica tutti e sei gruppi stranieri e i gruppi sardi, grazie anche alla collaborazione del partner Festival Folk International Bolotana, saranno presenti alla Grande Sfilata che dalle 18 animerà le strade del centro storico. Una parata che proporrà balli, canti, performance e momenti da vivere insieme agli spettatori.

I GRUPPI PRESENTI: The Ranranga Dance Academy (SRI LANKA); Ballet Folklorico del Ateneo Fuente – Saltillo (MESSICO); Ballet Folklorico Chileen Integracion – Tarapaca (CILE); The folk dance troupe “Hora-Horita” – Chisinau (MOLDAVIA); Uskudar Municipality Folk Dance Foundation – Istanbul-Uskudar (TURCHIA); Ensemble de Danse “Tchayka” – Yaroslav (RUSSIA); “I Trillanti” di Alatri (LAZIO); Gruppo maschere tradizionali “Su Bundhu” di Orani; “Sas Mascheras Limpias” di Fonni; Gruppo folk “Fedora Putzu” di Selargius; Gruppo folk “Pro Loco” di Meana Sardo; Gruppo tradizioni “A Sa Crabarissa” di Cabras; “Tumbarinos de Gavoi”; Trombe e Tamburi “Sa Sartiglia” di Oristano; Ittiri Cannedu; Banda Musicale Ittirese; Associazione Ippica Ittirese.

Alle 22 allo stadio Comunale, la seconda serata dedicata al Ballo. Per tutta la giornata di domenica sarà possibile visitare le esposizioni allestite nelle case del centro storico ittirese.