EvidenzaSassari

Il dopo elezioni: il M5S chiede le dimissioni del sindaco Nicola Sanna

I consiglieri comunali Maurilio Murru e Desirè Manca mettono in evidenza la debacle del Pd, 18,6 per cento, mentre il M5S ha toccato il 42,4 per cento (dati del Senato)

M5SConfstampa
Da sinistra: il senatore Ettore Licheri, l’attivista Davide Sechi, i consiglieri comunali Maurilio Murru e Desirè Manca, il deputato Mario Perantoni

Sassari. Un’amministrazione comunale che ha completamente disatteso le proprie linee programmatiche, che non dà risposte ai problemi della città e che non ha una visione complessiva. I sassaresi hanno sfiduciato il sindaco, che ha il dovere di prendere atto del risultato elettorale e che non ha altra scelta che rassegnare le dimissioni e consentire di votare. È questa l’analisi del M5S all’indomani delle elezioni politiche, che hanno certificato anche a Sassari la vittoria pentastellata. Un eloquente 42,4 per cento (al Senato), mentre il Pd, il partito del sindaco, si è fermato al 18,6. I consiglieri comunali Maurilio Murru e Desirè Manca chiedono formalmente che il primo cittadino prenda atto della debacle e rassegni le dimissioni al più presto. La finestra elettorale più vicina cade tra maggio e giugno. È quanto ricordato nel corso di una conferenza stampa convocata in via Grazia Deledda nella sede del Meetup79, ribattezzata da Davide Sechi, attivista “storico” 5Stelle a Sassari la “Casa dell’attivista”, un punto di riferimento in città per tutti coloro che voglio dialogare con il M5S. «È un’amministrazione – ha detto Murru – che ha completamente disatteso le sue stesse linee programmatiche, non è attenta ai problemi della città e pecca di una visione complessiva. Con il voto di domenica i sassaresi non hanno fatto altro che sfiduciare il sindaco, il quale ha il dovere di prendere atto del risultato, rassegnando le dimissioni e consentendo alla città di andare a votare. Sassari è una città che va totalmente ridisegnata e questo lo può fare solo una forza politica libera come il M5S. Per questo stiamo chiedendo formalmente che il sindaco prenda atto di questa deblacle e rassegni le dimissioni».

«Numeri che parlano chiaro e denotano una totale incapacità del Pd che governa la città e la Regione nell’affrontare i veri problemi. La mancata elezione dei maggiori esponenti locali del Pd è la dimostrazione dell’incapacità dei vecchi politici nell’amministrazione la nostra terra. Il M5S è rappresentato invece da cittadini comuni. Una differenza sostanziale», ha detto Desirè Manca. Al più presto sarà presentata una mozione di sfiducia in Consiglio comunale (tra lunedì e martedì, ndr).

All’incontro con la stampa sono intervenuti i parlamentari sassaresi eletti domenica scorsa, Ettore Licheri, capolista nel plurinominale regionale del Senato, e Mario Perantoni, nel collegio uninominale, entrambi avvocati. Di seguito le interviste.

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Close