Il Candeliere dei Massai, devozione e tradizione

Fino al 27 agosto una mostra interamente dedicata all’antico cero ligneo. Un’occasione per conoscere meglio il rapporto con il grano nella tradizione sassarese

MassaiCandeliereMuseo1Sassari. Il Museo Sanna ospita fino al 27 agosto una mostra installazione dedicata al candeliere antico dei Massai. Un’iniziativa che si inserisce nel progetto “Musei di Storie – Cibo”. L’esposizione del cero ligneo costituisce una novità assoluta, un avvenimento straordinario tenuto a ridosso della Faradda, dal 2013 nella lista dei beni tutelati dall’Unesco. Il candeliere che rimarrà esposto nella sala conferenze del Museo Sanna risale alla metà del XVIII secolo ed è stato sostituito due anni fa da una nuova versione che viene portata alla Discesa del 14 agosto. I Massai sono gli ultimi a partire alla Faradda ma sono poi i primi ad entrare a Santa Maria per lo scioglimento del voto. Sono anche i protagonisti del brindisi “A zent’anni” a Palazzo di Città e secondo la tradizione sono loro a chiedere al sindaco e alla municipalità di unirsi al corteo fino alla chiesa.

MassaiCandeliereMuseo2L’omaggio dedicato all’antico Candeliere dei Massai, con il corredo iconografico originale e alcuni degli addobbi formati da spighe di grano, comprende alcuni aspetti particolari. Per la prima volta infatti una macchina a spalla raffigurante un cero votivo viene mostrata alla stregua di un’opera d’arte o un manufatto archeologico: questa considerazione rientra nell’ambito delle dinamiche di conservazione e valorizzazione dei beni materiali-immateriali dei Gremi di Sassari. Accanto all’antico Candeliere, non poteva mancare l’esposizione dell’elemento grano così legato alla vita gremiale da secoli, insieme a farine, pane tradizionale e strumenti di lavoro offerti dall’Azienda agricola Sebastiano Mulas di Florinas.

La mostra è stata presentata da Antonio Luiu, funzionaario responsabile del Museo “Sanna”, e da Bruno Lombardi, curatore dell’esposizione e degli eventi collaterali. Mercoledì sera sono stati simulati i riti per la vestizione del Candeliere antico, presenti portatori e gremianti. Previste infine due aperture straordinarie del Museo: il 13 agosto dalle 16 alle 20 e il 14 dalle 9 alle 13.