Gremio degli Ortolani, domenica la Festa Maggiore

Al mattino l’Intregu, con il passaggio della bandiera al nuovo obriere maggiore; in serata la processione con la Madonna di Valverde

Ortolani01Sassari. Hanno preso il via giovedì pomeriggio a Santa Maria di Betlem gli eventi legati alla festa del Gremio degli Ortolani, che culmineranno con l’intregu e la processione di domenica prossima. In origine, la patrona Madonna di Valverde era celebrata il giorno della Natività di Maria ovvero l’8 di settembre, adesso dedicato alla festa piccola. La ricorrenza maggiore, nella seconda metà del 1700, fu infatti spostata nella Domenica in Albis, che cade subito dopo Pasqua.

Il giovedì è dedicato al rituale che si svolge nella chiesa di Santa Maria di Betlem, con la vestizione della Madonna, che viene spostata dalla Cappella delle anime. Sabato i gremianti si ritroveranno a casa dell’Obriere Maggiore uscente e poi, accompagnati dalla Banda città di Sennori, si recheranno a Santa Maria per i Vespri e la Messa delle 18,30. Domenica alle 11, sempre a Santa Maria, il vescovo emerito di Nuoro Pietro Meloni presiederà la celebrazione eucaristica, con l’intervento del coro Laudate et Benedicite. Al termine si svolgerà il rito dell’Intregu, con il passaggio della bandiera dall’obriere uscente Francesco Lemiri al nuovo obriere maggiore Michele Casu.

Ortolani03In serata, alle 18,45 partirà dalla chiesa di Santa Maria la processione che attraverserà il centro storico e vedrà la partecipazione di tutti i gremi cittadini, che accompagneranno la statua della Madonna di Valverde. È prevista una tappa alla chiesa di San Francesco a Cappuccini. Qui, nel colle chiamato di Valverde, nel 1300, nacque il Gremio degli Ortolani. Nel 1500 il trasferimento a Santa Maria di Betlem.

Lunedì alle 19, infine, i Frati Conventuali di Santa Maria celebreranno una messa in onore dei defunti del Gremio.

Sarà invece inaugurata domani sabato alle 18,30 negli spazi di Arte, Kaos e Poesia al corso Vittorio Emanuele la mostra etnografica e fotografica sul Gremio degli Ortolani “La Dama di Valverde”. L’esposizione rimarrà aperta al pubblico fino al 27 aprile con ingresso libero.