Gli scout del nord Sardegna aiutano il gruppo di Penne

Solidarietà con gli amici abruzzesi, a cui è stato donato il “Penny”, l’obolo che viene raccolto in occasione della festa degli scout

 

Grupposs2aho1Sassari. Il gruppo scout Penne 1 in Abruzzo non ha più una sede. La parrocchia di San Domenico che li ospitava non è agibile per via della torre campanaria pericolante. La chiesa è bellissima, del XIII secolo con interni barocchi: è stata gravemente lesionata dal terremoto dello scorso 30 ottobre e quindi i Vigili del Fuoco e la Soprintendenza hanno preferito chiudere tutto. Così sia gli scout sia l’intera comunità parrocchiale hanno iniziato un pellegrinaggio presso le altre parrocchie. In particolare, gli scout sono adesso ospiti del vescovo di Penne.

Per questo gli scout di Sassari, che hanno vissuto con spirito di fraternità la recente Giornata del pensiero, hanno scelto di dedicare il “penny” ai loro fratelli abruzzesi. Il “penny” è un obolo che gli scout raccolgono in occasione della loro festa (una sorta di regalo per il loro fondatore Baden Powell) che di anno in anno viene destinato a progetti di cooperazione e beneficienza. Per questa ragione i gruppi scout Agesci Sassari 2, Alghero 1, Olbia 1, Porto Torres 1, Tempio 1 e Ozieri 1 hanno donato ai loro fratelli di Penne circa mille euro che serviranno per ristrutturare la loro vecchia sede e riacquistare il materiale andato perso.