Forza Italia: «Sull’aeroporto tutto tace»

Sullo scalo di Alghero e in particolare su un suo rilancio non si muove nulla. E siamo a ridosso dell’avvio della stagione turistica. La nota del coordinamento cittadino di Sassari

 

CoordForzaItaliaSassari. «Sembra un finale già annunciato. Mentre gli altri aeroporti sardi festeggiano il rilancio, il boom di arrivi e partenze con numeri da record, inaugurano nuove attività, assistiamo in maniera quasi inerme al declino dello scalo algherese, che ha sempre svolto il ruolo di volano per l’economia del nord ovest della Sardegna e non solo». È quanto mette in evidenza in una nota il coordinamento cittadino di Forza Italia di Sassari.

«Un declino iniziato già un anno fa con l’addio di Ryanair dall’aeroporto di Alghero che non si è riusciti ad arginare a causa di politiche regionali sbagliate che hanno portato a scelte che hanno permesso lo sviluppo e la crescita di altri scali, a discapito di quello catalano, favorendo tra l’altro altre compagnie, una delle quali sull’orlo del fallimento», prosegue la nota.

«Poco conta se i 45 lavoratori licenziati verranno reintegrati con un nuovo contratto, ancora tutto da creare. Poco contano le rassicurazioni della società di gestione dell’aeroporto che insiste nel ribadire che non ci saranno altri esuberi, smentiti dai sindacati», fa notare il coordinamento cittadino sassarese di Forza Italia. «Risultano anche tardive le rivendicazioni del sindaco Mario Bruno per un rilancio delle low cost. Come denunciammo tempo fa, i buoi ormai sono scappati, e la città di Alghero con tutto il nord ovest della Sardegna ha pagato a caro prezzo queste scelte, compresa Sassari, la cui giunta comunale è silenziosa e sembra non battere ciglio davanti a questo scenario desolante e preoccupante per il futuro di tutto il territorio. Tutto tace come se riguardasse solo Alghero. Tutto questo a ridosso della imminente avvio della stagione turistica», conclude il coordinamento di Forza Italia di Sassari.