Doppia preferenza di genere, tempo scaduto

La rete Heminas chiede un incontro urgente al presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau

Heminas2Sassari. Il tempo dell’indifferenza è scaduto. Lo ricorda la rete Heminas che nei giorni scorsi ha chiesto al presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau e ai capigruppo consiliari un incontro chiarificatore dedicato alle reali prospettive di una pronta calendarizzazione e discussione in Aula senza ulteriori indugi dello stralcio sulla norma della “doppia preferenza di genere”.

La rete è forte del consenso, unico nell’isola, di diecimila donne in soli tre mesi e della consulenza giuridica altamente qualificata di figure femminili. L’incontro richiesto al presidente dell’assemblea legislativa sarda costituirà un’occasione propizia per meglio definire le responsabilità alle quali ciascuno è chiamato a rispondere, ribadisce Heminas in una nota. La legge n. 20 del 2016 ha dettato precise direttive per il riequilibrio della rappresentanza in materia elettorale. Risulta allora oltre misura inaccettabile che i rappresentanti eletti dai cittadini e dalle cittadine della Sardegna continuino a eludere un principio costituzionale fondamentale come quello contenuto nell’articolo 51 comma 2 della Costituzione che trova riscontro immediato nell’attuazione di una legge quadro della Repubblica, la n.20, alla quale, fino a prova contraria, sono chiamate ad adeguarsi tutte le regioni compresa la Sardegna, ai sensi dell’art. 122 della carta fondamentale, conclude Heminas.