Disterrados de eris e de oe

Domenica prossima in occasione di Domenica di carta, l’Archivio di Stato di Sassari ospiterà la classe V A del Liceo Scientifico “Spano”

DisterruSassari. Domenica 8 ottobre dalle ore 9 alle ore 13, in occasione dell’apertura straordinaria per Domenica di carta, l’Archivio di Stato di Sassari ospiterà la classe V A del Liceo Scientifico “Giovanni Spano” di Sassari nell’ambito del progetto Disterrados de eris e de oe, curato dal prof. Michele Pinna, docente di storia e filosofia e direttore dell’Istituto di Studi e Ricerche C. Bellieni di Sassari e dall’archivista Stefano Tedde. Gli studenti illustreranno la storia “de su disterru” (l’emigrazione sarda) attraverso un’antologia di fonti sia documentarie che immateriali, come le testimonianze orali e i canti; a tal proposito lo studente Simone Perna eseguirà alcuni brani caratteristici come il celebre componimento “Adios Nugoro amada” scritto nel 1893 dal canonico nuorese Antonio Giuseppe Solinas. La documentazione archivistica che verrà esposta sarà tratta dai fondi Questura di Sassari, Atti notarili, Distretto militare di Sassari; una sezione sarà dedicata all’esodo giuliano dalmata del secondo dopoguerra, nel corso del quale una comunità di istriani trovò accoglienza nella borgata di Fertilia (Alghero) e vi fondò l’EGAS – Ente Giuliano Autonomo di Sardegna.