Costruire insieme il futuro del Sacro Cuore

Questa sera (lunedì) alle 18 incontro pubblico al Masedu di corso Pascoli (con ingresso da via Piga). In agosto adottato dal Consiglio comunale il piano particolareggiato del quartiere

PianoParSacroCuoreSassari. L’adozione preliminare del piano particolareggiato per il quartiere Sacro Cuore è stata votata ad agosto dal Consiglio comunale e ora, come prevede la normativa, la cittadinanza può presentare osservazioni. Per questo l’Amministrazione comunale ha organizzato un incontro pubblico al Masedu, con ingresso da via Piga, per lunedì 11 settembre alle 18. Il sindaco Nicola Sanna, l’assessore alla Pianificazione territoriale Alessandro Boiano, il dirigente e i tecnici del settore competente e il progettista Giovanni Marras esporranno i punti principali dello strumento per poi aprire il dibattito e ascoltare le proposte di chi vive il quartiere tutti i giorni.

«Il 3 agosto il piano è passato all’unanimità in Consiglio comunale – spiega l’assessore Alessandro Boiano che presentò all’Assemblea civica la proposta come suo primo atto da neo componente della Giunta –. Si tratta di uno strumento che si pone come obiettivo principale la sostenibilità urbana e ambientale del quartiere attraverso la rigenerazione paesaggistica ed energetica del patrimonio edilizio privato, attraverso la riqualificazione della città pubblica e dei servizi alla comunità. Ora è importante spiegare alla cittadinanza il valore del piano particolareggiato, che indica gli interventi edilizi e le modalità per valorizzare e migliorare il quartiere, gli immobili che lo compongono nel rispetto del valore storico e architettonico che lo connota e gli spazi pubblici».

La zona del Sacro Cuore ha una grande importanza storico-architettonica. Il piano particolareggiato mira a conservare l’impianto urbano originario e allo stesso tempo a promuovere interventi integrati di riqualificazione, con la sostituzione di parti incongrue, l’ottimizzazione degli spazi pubblici e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Detta le linee guida per l’inserimento di sistemi ecocompatibili per l’efficientamento energetico, oltre al recupero dei fabbricati e alla realizzazione di un edificio di edilizia residenziale pubblica.