EvidenzaSardegna

Chiusura sedi Inps, Ganau: «Un errore»

«Non si tiene conto del disagio sociale della nostra isola», dichiara il presidente del Consiglio regionale. Il piano di razionalizzazione prevede la trasformazione delle agenzie territoriali di Alghero, Ozieri e Olbia in sportelli d’ascolto

 

GanauBilancioConsReg1
Il presidente Gianfranco Ganau

Sassari. «Ancora una volta lo Stato non tiene conto che le caratteristiche geografiche, storiche e sociali della nostra isola non possono essere definite all’interno di discutibili parametri nazionali. Credo che in nome della razionalizzazione e dei risparmi non si possa non tener conto che la chiusura delle sedi Inps di Alghero, Ozieri e Tempio andrà a condizionare pesantemente la vita di anziani, invalidi e persone in difficoltà».

Il presidente del Consiglio regionale Gianfranco Ganau interviene in merito al piano di razionalizzazione delle sedi Inps nell’isola e alla trasformazione delle agenzie territoriali del nord Sardegna in sportelli d’ascolto ad operatività ridotta, interventi che comporterebbero di fatto la cancellazione di alcune delle sedi storiche dell’Istituto nazionale della previdenza sociale.

«Credo sia un errore ridurre le funzioni e l’operatività di queste agenzie – sottolinea il massimo rappresentante dell’Assemblea sarda – tenuto conto che questi uffici dislocati sul nostro territorio erogano servizi essenziali, come le pensioni per gli anziani, gli assegni di invalidità e i redditi di inclusione sociale, oltre a svolgere altre numerose utili funzioni. A questo si aggiunge una preoccupante carenza del personale – prosegue Ganau – dovuta ad un processo di razionalizzazione degli organici che comporta pesanti ricadute in termini di disagi e costi per i cittadini, per i lavoratori e le imprese a causa di un’ingiustificata politica di blocco delle assunzioni».

A fronte di un’oggettiva carenza di risorse umane nelle sedi della provincia di Sassari-Olbia, nello specifico 156 unità a Sassari, 36 ad Olbia, 7 a Ozieri e Tempio, 6 ad Alghero, l’Istituto si trova a gestire – i dati diffusi solo relativi al 2017 – 30 mila domande per ammortizzatori sociali e NASPI e 4370 pratiche per i pagamenti relativi al REI e ad altri bonus legati ai recenti provvedimenti legislativi.

«Mi associo all’appello lanciato dal presidente della commissione provinciale dell’Inps, Alberto Farina – conclude Ganau – garantendo da subito pieno sostegno anche da parte del Consiglio regionale. Lavoreremo insieme alla Giunta e allo stesso presidente Pigliaru per definire al più presto tutte le azioni utili ad evitare la chiusura delle tre sedi decentrate».

Tags
Mostra completo

Articoli collegati

Vedi anche

Close
Close