Anche a Sassari la Giornata mondiale del malato

Con una fiaccolata e la benedizione dei malati si è conclusa sabato la concelebrazione eucaristica presieduta dall’arcivescovo Gian Franco Saba

GiornataMalato2Sassari. È stata celebrata anche a Sassari la Giornata mondiale del malato. Sabato scorso, nella ricorrenza della festa della Beata Vergine di Lourdes, nella cappella al settimo piano dell’Ospedale Civile, l’arcivescovo monsignor Gian Franco Saba ha presieduto la messa, affiancato dal cappellano del Santissima Annunziata don Bastianino Pirino e da don Francesco Marruncheddu, parroco di Campanedda. I canti sono stati eseguiti dal coro “Gesù ama” e dalla parrocchia di Campanedda. Per il secondo anno consecutivo l’evento è stato curato dall’associazione La Sorgente. «Preghiamo Maria affinché vegli e protegga tutti i malati. Entro i prossimi mesi visiterò tutte le strutture dell’Azienda Ospedaliero Universitaria», ha detto al termine della messa monsignor Gian Franco Saba. La celebrazione ha compreso anche la processione eucaristica, la benedizione dei malati e di tutti i presenti, il canto dell’Ave Maria e infine l’accensione delle candele votive.

GiornataMalato1La giornata mondiale del malato è stata istituita il 13 maggio del 1992 da Papa Giovanni Paolo II. Nella lettera al cardinale Fiorenzo Angelini il Santo Padre spiegava che la celebrazione cade l’11 febbraio di ogni anno, memoria liturgica della Beata Maria Vergine di Lourdes. Sono passati invece 160 anni da quando, l’11 febbraio 1858 l’Immacolata Concezione apparve per la prima volta a Lourdes alla quattordicenne Bernadette Soubirous.